Con l'intento di ristrutturarsi e di ampliare il proprio business, una società di forniture per bagni e cucine volle trasformare gli spazi da essa già occupati (un ex-capannone artigianale, sede negli anni '50 di una carrozzeria), in uno show-room.
La demolizione delle poche pareti presenti e soprattutto lo smantellamento del controsoffitto, mise in luce uno spazio pieno di potenzialità. Essendo stato richiesto un ampliamento delle superfici di esposizione, si propose un soppalco ad anello di profondità costante, atto ad essere allestito lungo tutto il perimetro. Le strutture di sostegno di tale soppalco e del soppalco stesso divennero così l'elemento caratterizzante ed unificatore dello spazio. Conformemente alle caratteristiche industriali dell'edificio, si scelse di lasciare tutte le superfici metalliche prive di qualunque verniciatura, operando solamente una pulizia in opera dei profili e la loro successiva ceratura. La seconda scelta caratteristica del progetto fu la volontà di evitare qualsiasi saldatura in opera, preferendo giunzioni bullonate a vista. Il desiderio era quello di dare valore al lavoro manuale e alla sua precisione, attraverso il progetto ed il disegno.
Lo spazio destinato a show-room è a doppia altezza, mentre la parte iniziale dell'edificio è organizzato su due livelli per dare spazio agli uffici amministrativi.

 

Credits
Committente | Client:
Acqua&Fuoco srl
Superficie lorda | Gross floor area:
470 mq | sqm
Progetto | Design date:
04.2002 - 07.2002
Cantiere | Works date:
07.2002 - 11.2002
Progetto | Design:
Giovanni Rizzi
DL | P&C Management:
A | SIGNS
Progetto I.E. | Electrical Sys consultant:
(Fornito dal cliente)
Sicurezza cantiere | Safe & Health Management:
A | SIGNS
Fotografie | Photography
A | SIGNS
Pubblicazioni | Press articles
Bagno & Cucina | gapcasa | il bagno | rassegna bagno e cucina - 12.2002
blu&rosso, no. 145 (Simona Goretti)

 

 

 

 

 

...